990x27_promo

Blog Archivi su -

Recensioni / Soddisfatti o rimborsati Satisfiction propone la prima recensione "interattiva". Funziona cosí: se la critica di Satisfiction ti convince a comprare il libro, ma dopo averlo letto ritieni che l'entusiasmo di Satisfiction ha deluso le tue aspettative, invia una mail a redazione@satisfiction.me che spieghi perché il libro che Satisfiction ti ha segnalato non era veramente "imperdibile e assolutamente da leggere": Satisfiction ti rimborserà il prezzo di copertina.

Un uomo da niente

Un uomo da niente

Jim Thompson / Einaudi

“I libri di Thompson […] sono oggetti rari e meravigliosi: diamanti di seconda scelta forse, ma pur sempre diamanti. Fatti per essere usati, e non ammirati, hanno i loro grossi difetti. Eppure messi controluce, riflettono le nuove prospettive di un mondo che credevamo di conoscere. E sanno penetrare a fondo oltre lo schermo dietro il quale la vita svolge il

Rubriche

Breve e lunga conversazione sul mondo della Corte Transumante di Nasseta, Saga,Punk. Premesse e divulgazioni popolari con e di Michele Rossi

Spike

Breve e lunga conversazione sul mondo della Corte Transumante di Nasseta, Saga,Punk. Premesse e divulgazioni popolari con e di Michele Rossi

PERCORSI LATERALI : “ Ancora oggi la mia passione per i cavalli di quel pelame non è scemata e provo sempre lo stesso piacere a vederne uno che ritorna tutti gli anni nelle vie di Monaco. Compare quando si cominciano a innaffiare le strade. Sveglia il sole che vi è in me  …E’ immortale. Il cavallo trascina l’artista con forza

James Joyce: “Ulisses”

Covers

James Joyce: “Ulisses”

James Joyce “Ulysses” Prima edizione (Paris: Shakespeare and Company), 1922 “La vita è fatta di molti giorni. Questo finirà.” (James Joyce “Ulisse”) “I peggiori nemici d’un uomo saranno quelli legati alla sua stessa casa e alla sua stessa famiglia.” (James Joyce “Ulisse”) “Dio ha creato il cibo, il diavolo i cuochi.”  (James Joyce “Ulisse”) “Mangia o verrai mangiato. Uccidi! Uccidi!”

La metamorfosi (“Die Verwandlung”, 1915) di Franz Kafka

Inception

La metamorfosi (“Die Verwandlung”, 1915) di Franz Kafka

Destandosi un mattino da sogni inquieti, Gregor Samsa si trovò tramutato, nel suo letto, in un enorme insetto. Se ne stava disteso sulla schiena, dura come una corazza, e per poco che alzasse la testa poteva vedersi il ventre abbrunito e convesso, solcato da nervature arcuate sul quale si reggeva a stento la coperta, ormai prossima a scivolare completamente a

Francesco Muzzopappa: Affari di famiglia

The BookVoice

Francesco Muzzopappa: Affari di famiglia

Sin dalla prima pagina la contessa Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna, la protagonista di “Affari di Famiglia” (edito da Fazi), rivela la sua vera natura, ostentandola con ironico puntiglio in ogni sua affermazione, algida e respingente come un iceberg in mare aperto. Eppure, Francesco Muzzopappa – dopo il felice esordio con “Una posizione scomoda” – riuscirà persino a farci

Celan primo e ultimo

SatisFacta

Celan primo e ultimo

Le due poesie di Paul Celan (Czernowitz, 23 novembre 1920-Parigi, 20 aprile 1970) qui tradotte in prima mondiale delimitano in modo emblematico l’itinerario poetico del loro autore. L’una appartiene a un quaderno consegnato all’amica Ruth Kraft nell’estate del 1944. Collocata all’inizio del quaderno e pubblicata poi come prima di una breve serie nel 1948 sul quotidiano zurighese “Die Tat”, la

Inediti

No nel nome di mio figlio

Gianpaolo Ferrara

No nel nome di mio figlio

Mio figlio è ebreo. Ha quattordici anni, vive a Minneapolis e ogni estate viene da noi. Questa è un’estate particolare per lui e credo che la ricorderà per almeno tre motivi. Primo, ha quattordici anni, cioè si trova nel cuore di quell’età dove cominciano i cambiamenti, le cellule impazziscono – ha energie da spendere, il ragazzo. Secondo, quest’estate butta giù

Enzo D’Antonio. Paolo Dall’Oglio come l’ho conosciuto io

Enzo D'Antonio

Enzo D’Antonio. Paolo Dall’Oglio come l’ho conosciuto io

Padre Paolo Dall’Oglio è scomparso in Siria un anno fa. Era ritornato nel paese dopo un decreto di espulsione, e dopo poco era stato rapito da un gruppo di estremisti islamici . Da allora non se ne sa più nulla, anche se fu diffusa la notizia, non confermata, della sua morte. Sappiamo che era inviso al governo siriano per il suo ruolo

J.M. G. Le Clézio su Louis Wolfson. La Torre di Blabele

J.M. G. Le Clézio

J.M. G. Le Clézio su Louis Wolfson. La Torre di Blabele

Louis Wolfson (1931) è scrittore e schizofrenico.  Tra i sintomi di questa scrittura/schizofrenia va annoverata la suaradicale impossibilità di ascoltare la lingua madre, l’inglese. Per questa ragione Gilles Deleuze, che scrisse l’Introduzione al suo primo romanzo, lo indicava come inventore del walkman. Wolfson girava infatti per le strade di New York con il piccolo altoparlante di una radiolina che trasmetteva

Alessandro Berselli. Anche le scimmie cadono dagli alberi

Alessandro Bertell

Alessandro Berselli. Anche le scimmie cadono dagli alberi

Fine umorista, Alessandro Berselli con “Anche le scimmie cadono dagli alberi” (Piemme) torna alla scrittura umoristica dopo aver firmato diversi romanzi noir. Samuel Ferrari, il suo protagonista, lavora per una bieca multinazionale che sta allegramente distruggendo il mondo – cosa che gli procurerà non pochi problemi – ma la sua è un’esistenza anestetizzata, disimpegnata, forse persino educata all’errore. Sul suo

Silverio Novelli. Quando la creatività sposa la sintassi

Slverio Novelli

Silverio Novelli. Quando la creatività sposa la sintassi

Silverio Novelli fa parte di quel pugno di italiani che sorvegliano l’evolversi della nostra lingua, captandone con sensibilità da rabdomante i cambiamenti, le rovine, le derive e le trasformazioni. In questa conversazione con Maria Caterina Prezioso svaria a tutto campo – usiamo una metafora cara all’italiano degli ultimi anni, calcistico – dalla lingua ai libri, cartaceo ed e-book, società e politica,

Satisfiction su carta