990x27_promo

Satisfiction su carta

Recensioni / Soddisfatti o rimborsati Satisfiction propone la prima recensione "interattiva". Funziona cosí: se la critica di Satisfiction ti convince a comprare il libro, ma dopo averlo letto ritieni che l'entusiasmo di Satisfiction ha deluso le tue aspettative, invia una mail a redazione@satisfiction.me che spieghi perché il libro che Satisfiction ti ha segnalato non era veramente "imperdibile e assolutamente da leggere": Satisfiction ti rimborserà il prezzo di copertina.

Mi avevi chiesto di fermarmi qui

Mi avevi chiesto di fermarmi qui

Alessandra Angelucci / Duende

Alessandra Angelucci   Mi avevi chiesto di fermarmi qui L’inquietudine che si inabissa nel ricordo del tempo  può elevarsi fino a farsi verso che stordisce con la sua musica, intessendo una rete di relazioni superbe, una sinergia di memorie che legano l’anima qui e altrove, in continuità ideale e reale con l’oggetto amato, cercato, inseguito, infine trovato e forse perso, ma

Rubriche

Flavio Ignelzi. I miei racconti nascono in auto

I luoghi e il corpo della scrittura

Flavio Ignelzi. I miei racconti nascono in auto

dove scrivi, quando scrivi, dove cammini quando ti riposi? in quale città o paese è nato il tuo ultimo libro, in che stanza, in che bar? sei mancino\a o destrorso\a? passeggi? in bici, in auto, osservi alberi? scruti cornicioni, affondi lo sguardo nel cielo, segui le onde del suono e dell’acqua? quali sono i rumori della città e quali i

Antonio V. Lutzu. Qui tutto ha fatto crac

Nel verso giusto

Antonio V. Lutzu. Qui tutto ha fatto crac

La parola ha il fiato corto e in una scrittura di agonie si rivela in tutta la sua umile pochezza che la rende indispensabile alla nostra nudità.  Nel fiato corto del suo sillabare la scrittura e la poesia hanno fatto crac. Antonio V. Lutzu è un eclettico antipoeta che si diverte tra il grottesco e l’assurdo a giocare con la deflagrazione

Ho fatto un sogno anch’io

Il cielo sopra

Ho fatto un sogno anch’io

Ho sognato che le persone avevano smesso di sognare, poi ho sognato che quelle stesse persone senza i loro sogni si erano sgretolate. Ma anche da polvere continuavano a chiedersi fra di loro come era stato possibile che avessero perso la capacità di sognare. Ho sognato che non c’era più ombra di cemento, che i bambini correvano scalzi sui prati

Due stronzi al piano di sotto (e il monologo con Rembrandt)

Cartoline

Due stronzi al piano di sotto (e il monologo con Rembrandt)

Togliti il cappello. Accomodati pure. Ecco la mia reggia. Sono un re che vive in subaffitto. Vuoi una birra? Ah, Amsterdam può essere meravigliosa come il volo di un gabbiano e stretta come un buco di culo, non credi? … Eh, caro mio – come ti dicevo lì nella piazza che ti hanno intitolato, lì davanti alla tua statua –

Diego De Silva. Non avevo capito niente

Il cielo sopra

Diego De Silva. Non avevo capito niente

Vincenzo Malinconico, ‘l’avvocato d’insuccesso’ partorito dalla penna dello scrittore napoletano Diego De Silva e protagonista del romanzo intitolato  (Einaudi 2007, Finalista Premio Strega) – nonché dei due successivi Mia suocera beve (2010) e Sono contrario alle emozioni (2011) - non solo è simpatico, fa letteralmente schiantare dalle risate; non solo è intelligente, è geniale e soprattutto, non solo è capace

Inediti

Matteo Marchesini anteprima. False coscienze. Tre parabole degli anni Zero

Matteo Marchesini

Matteo Marchesini anteprima. False coscienze. Tre parabole degli anni Zero

Una Bologna che lascia poco spazio al trascorrere del tempo individuale è il luogo dove si “consumano” le tre storie di False coscienze. Tre parabole degli anni Zero, libro di Matteo Marchesini in uscita da Bompiani. Una sortita nel precariato esistenziale del nostro tempo, e di quella generazione divenuta adulta a cavallo tra i due secoli, che si rispecchia in

Alberto Cristofori. Nudità

Alberto Cristofori

Alberto Cristofori. Nudità

Un romanzo in forma di racconti. O racconti a forma di romanzo. Valutate voi, leggendo il bellissimo Nudità, seconda prova letteraria di Alberto Cristofori (Bompiani): un labirinto narrativo dove le singole “composizioni” recano rimandi e mettono in luce legami con le altre, e non solo perché un racconto della raccolta si intitola, appunto, “Labirinto”. Sembra che tutte le parti che

Lev. M. Loewenthal anteprima. La dodicesima nota (Non è la nuova Elena Ferrante)

Lev Matvej Loewenthal

Lev. M. Loewenthal anteprima. La dodicesima nota (Non è la nuova Elena Ferrante)

Non è la nuova Elena Ferrante, perché Lev Matvej Loewenthal, pessoano scrittore, sceglie di pubblicare ogni romanzo con uno pseudonimo diverso e di non cavalcare mai l’onda del successo appena ottenuto da uno dei suoi eteronimi. Nonostante i suoi editori accettino di non divulgarne l’identità, è un dato di fatto che la sua vera firma sta in quel suo stile

Giuseppe Montesano. Lettori selvaggi. Dagli affreschi paleolitici a Don DeLillo

Giuseppe Montesano

Giuseppe Montesano. Lettori selvaggi. Dagli affreschi paleolitici a Don DeLillo

 Per uscire dal labirinto bisogna attraversarlo. E’ quanto fa Giuseppe con Lettori selvaggi, imponente “atto di lettura” pubblicato da Giunti: una sorta di “storia del piacere del testo” che prende le mosse dalle tracce cromatiche delle grotte paleolitiche arrivando all’ultimo romanzo di Don DeLillo. Così Montesano si è incamminato in un percorso lungo millenni, intricato e per certi versi avventuroso,

Fabrice Olivier Dubosc. Approdi e naufragi. Resistenza culturale e lavoro del lutto

Fabrice Olivier Dubosc

Fabrice Olivier Dubosc. Approdi e naufragi. Resistenza culturale e lavoro del lutto

“La nave è un sistema micro-culturale, micropolitico in movimento (…) un simbolo organizzativo centrale, un cronotopo che offre coordinate alternative per ragionare di filosofia politica e morale” Da anni, carrette del mare sbarcano sui litorali di un’Europa smarrita e svuotata di senso legioni di profughi, scampati, diseredati, disperati accecati dalla fame e da miraggi di salvezza. Queste ondate risollevano i

Archivi su -