990x27_promo

Blog Archivi su -

Recensioni / Soddisfatti o rimborsati Satisfiction propone la prima recensione "interattiva". Funziona cosí: se la critica di Satisfiction ti convince a comprare il libro, ma dopo averlo letto ritieni che l'entusiasmo di Satisfiction ha deluso le tue aspettative, invia una mail a redazione@satisfiction.me che spieghi perché il libro che Satisfiction ti ha segnalato non era veramente "imperdibile e assolutamente da leggere": Satisfiction ti rimborserà il prezzo di copertina.

Questo buio feroce

Questo buio feroce

Harold Brodkey / Fandango

Inabissarsi. Prima che la coscienza, intesa come vedere il mondo e il nostro corpo col mondo, svanisca completamente. Brodkey non fa di sé un esperimento anatomico, bensì espone un corpo unicamente maschile invaso dal virus micidiale. La parte atomica del corpo nell’atto del disgregarsi, coscienza e tutto, raggiunto dalla follia di febbri e polmoniti, consumandosi gli organi sotto attacco da

Rubriche

Giuseppe Ungaretti

Nel verso giusto

Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti è stato uno dei testimoni più grandi della Grande Guerra. Dalla trincea scrisse versi memorabili, che riassumono  lo spaesamento esistenziale  dell’uomo di fronte agli orrori di quel conflitto bellico. Il porto sepolto è il libro  ungarettiano che più di ogni altro racconta, con una tensione morale unica, il rapporto inscindibile  che esiste tra la vita  la morte. Sull’esperienza

«PrimaveriadellaPoesia», il premio per giovani poeti dedicato ad Alda Merini e ad Antonia Pozzi

L'intervista

«PrimaveriadellaPoesia», il premio per giovani poeti dedicato ad Alda Merini e ad Antonia Pozzi

Sono quattro, tutte lombarde, le autrici protagoniste della terza edizione del premio letterario PrimaveradellaPoesia: Alda Merini, Antonia Pozzi, Piera Badoni e Camilla Cederna. Ideato e organizzato da Francesca Parvizyar, il premio ha il patrocinio del Comune di Milano, del Centro Nazionale di Studi Manzoniani e di «Italian Poetry Review» (Columbia University, New York). Un concorso tradizionale nella forma, audace negli

Nicola Lagioia, anatomia di un Radical Flop – 2

Bookshock

Nicola Lagioia, anatomia di un Radical Flop – 2

Ombra di salice, h. 16-17   Quando si vuol scrivere un Romanzo Mondo si deve essere pronti a metterci dentro il mondo intero. Deve essere stato questo il principio ispiratore di Nicola Lagioia, nel momento in cui si è seduto nella sua cameretta e ha iniziato a scrivere “La ferocia”. E tale principio, pedissequamente, è stato applicato. Non saprei dire

Beppe Salvia

Nel verso giusto

Beppe Salvia

Beppe Salvia è un poeta vero. Mi chiedo se non si fosse tolto la vita a soli 31 anni cosa ci avrebbe raccontato oggi la sua limpidezza geniale. Nella sua esistenza vissuta da irregolare, il nostro poeta  ha eletto la solitudine desertica a condizione dominante del suo breve passaggio sulla terra. Il cuore è sempre stato il filo conduttore della

Goffredo Parise ritrovato

SatisFacta

Goffredo Parise ritrovato

Nell’estate del 1948 un diciottenne Parise abbandonò sconsolato la pittura per aver visto alla Biennale di Venezia i quadri di Marc Chagall. Che il russo “trasparisse” comunque dalla sua scrittura, lo intuì presto Eugenio Montale recensendo il secondo romanzo parisiano, La grande vacanza (1953), senza rilevarvi però l’ascendente di un altro grande avanguardista, quel Georg Grosz che il Nostro già

Inediti

Toni Negri inedito. Sul sublime. Lettera a Giorgio Agamben

Toni Negri

Toni Negri inedito. Sul sublime. Lettera a Giorgio Agamben

Con dieci lettere indirizzate ad altrettanti amici Toni Negri affronta temi e nessi basilari: arte/postmoderno, sublime/capitale, lavoro collettivo, biopolitica, corpo, evento. Con lucidità “estrema” Toni Negri sta dentro lo spettacolo della società dello spettacolo, rivendicando – contro l’arte  come “prodotto dell’angelo” che “tutti gli uomini sono angeli”. Satisfiction propone la lettera indirizzata a Giorgio Agamben, estratta da Arte e multitudo, in uscita

Massimo Cassani anteprima. Soltanto silenzio

Massimo Cassani anteprima. Soltanto silenzio

Nella sua quarta inchiesta, il commissario Sandro Micuzzi, lo svagato antieroe nato dalla penna di Massimo Cassani, si ritrova trombato per la seconda volta in pochi anni. Già punito con l’allontanamento dal suo posto a capo della squadra investigativa della Mobile per aver ucciso sul ponte dell’Ortica un tossico armato di una pistola caricata a salve (Sottotraccia, Sironi 2008/TEA 2014),

Dylan Thomas inedito. Darei tutto per essere un impiegato di banca

Dylan Thomas

Dylan Thomas inedito. Darei tutto per essere un impiegato di banca

Penso che i poeti siano trattati abbastanza bene: nessuno li colpisce con un frustino, possono camminare per strada senza pericolo. L’unico problema è che un cattivo poeta è trattato alla stregua di uno bravo. (Dylan Thomas) Considerato tra i più grandi poeti del ‘900 Dylan Thomas ha subìto, soprattutto in Italia, uno strano destino editoriale. Sempre ai margini: più citato

Stig Dagerman inedito. Autunno tedesco

Stig Dagerman

Stig Dagerman inedito. Autunno tedesco

Germania 1946. O Germania Anno Zero. E’ quella che vede  Stig Dagerman tra il 15 ottobre e il 10 dicembre, prendendo appunti: macerie, il dopo orrore, i profughi, la catastrofe. Gli appunti divennero articoli e poi un libro, uscito nel 1947. Un testo di una chiarezza cruda e profonda insieme, che trascende del tutto l’intenzione giornalistica originaria. I medici che raccontano agli intervistatori

Annemarie Schwarzenbach inedita. Gli amici di Bernhard

Annemarie Schwarzenbach

Annemarie Schwarzenbach inedita. Gli amici di Bernhard

La figura di Annemarie Schwarzenbach sta dentro quel mondo “irregolare”, atipico, artistico e proprio di una fase del ’900 che ha dato alla letteratura, all’arte in generale, uno degli ultimi veri impulsi. La scrittrice, appartenente a una ricchissima famiglia di Zurigo da cui prese in qualche modo le distanze (anche fisicamente) – la morfina è una distanza? – fu anche

Satisfiction su carta