990x27_promo
Covers 19.04.2017

Ambrose Bierce “The Devil’s Dictionary”

di

Ambrose Bierce “The Devil’s Dictionary”

“ozio (s.m.) Intervallo di lucidità nel disordine della vita.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“outsider (s.m.) Persona molto critica nei confronti di ciò che è incapace di fare o di diventare.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“me (pron. pers.) Un io messo in discussione o sotto accusa, considerando che nella nostra lingua il pronome personale di prima persona ha tre casi: il dominativo, l’accusativo e il repressivo.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“matto (agg.) Affetto da un grado elevato di indipendenza intellettuale, non conforme ai modelli di pensiero, di parola e di azione che la maggioranza deduce dallo studio di se stessa. In poche parole uno diverso dagli altri.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“io (pron. pers.) Pronome di prima persona singolare. Dicono che il suo plurale sia «noi». Come possa esserci un altro «io» sarà chiaro ai grammatici, ma non lo è affatto all’autore di questo incomparabile dizionario. Concepire l’idea di un doppio «io» è difficile, ma può avere i suoi vantaggi. Un uso schietto ma garbato della prima persona singolare contraddistingue in genere chi sa scrivere bene. Un cattivo scrittore invece trascina il suo «io» come un ladro che cerca di nascondere ciò che ha rubato sotto il mantello.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“frode (s.f.) La vita del commercio, l’anima della religione, la lusinga del corteggiamento e la base di ogni potere politico.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“follia (s.f.) Quel dono e facoltà divina la cui creativa e sovrana energia ispira la mente umana, guida le azioni dell’uomo e impreziosisce la sua vita.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“filosofia (s.f.) Strada con molte diramazioni, che porta dal nulla in nessun posto.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“emigrante (s.m.) Un ingenuo convinto che un Paese possa essere migliore di un altro.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“elettore (s.m.) Colui il quale gode del sacro privilegio di votare per l’uomo scelto da un altro.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“disprezzo (s.m.) Il sentimento che prova un uomo prudente nei confronti di un nemico in posizione troppo temibile per poter essere attaccato direttamente senza paura.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“disonestà (s.f.) Elemento decisivo per il successo negli affari cui le scuole non hanno ancora riconosciuto la dovuta importanza fra le materie di insegnamento, sostituendola indegnamente con l’arte di scrivere. «La disonestà è la linea migliore di condotta» (Nuovo Testamento, San Giuda Iscariota, IXL, 29).” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“congratulazione (s.f.) La veste elegante dell’invidia.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“cervello (s.m.) Organo con cui pensiamo di pensare. Distingue l’uomo che si accontenta di “essere” qualcosa da quello che desidera “fare” qualcosa.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“benevolenza (s.f.) Dare cinque dollari a un ospizio per l’assistenza a un vecchio nonno e pubblicarlo poi sul giornale.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“battaglia (s.f.) Metodo per sbrogliare con i denti un nodo politico per cui la lingua non basta.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“avversario (s.m.) Un mascalzone che si permette di avere le nostre stesse aspirazioni.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“arte (s.f.) Parola che non ha nessuna definizione.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“angoscia (s.f.) Malattia che si prende e si aggrava davanti allo spettacolo iterato della prosperità di un amico.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“ammirazione (s.f.) La nostra cortese ammissione che un’altra persona ci assomiglia.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“amicizia (s.f.) Una nave abbastanza capiente per ospitare due persone quando si naviga in buone acque, ma riservata a una sola quando le acque si fanno agitate.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“aiutare (v. tr.) Incrementare il numero delle persone ingrate.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“adolescente (s.m.) Si dice di chi sta piano piano guarendo dall’infanzia.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“accusare ( v. tr.) Dichiarare le colpe e i difetti di un altro, specialmente per giustificarsi di avergli fatto un torto.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)

“abuso (s.m.) Si dice abuso di potere quando l’autorità viene esercitata in un modo a noi non gradito.” (Ambrose Bierce “Dizionario del diavolo”)