990x27_promo

Elisa Giacalone Laurea

Nata a Marsala, laureata a Palermo in Lettere Moderne con la tesi
sperimentale “Tra giornalismo e letteratura: l’attività giornalistica
di Goffredo Parise”. Specializzata in Filologia Moderna, insegna
Italiano e Storia in un istituto superiore di Milano, città nella quale
vive. Ha cominciato l’attività giornalistica a diciannove anni in un
mensile, «L’Occhio», nel quale ha lavorato due anni a tempo pieno,
occupandosi di reportage turistici, di attualità e di cultura.
Successivamente, una breve esperienza nei quotidiani «La Sicilia» e «La
Repubblica» (redazione di Palermo). Ha lavorato a Radio Italia Anni 60,
network di Radio Italia Solo Musica Italiana, occupandosi del
notiziario radio. Nel 2006 ha vissuto a Londra alcuni mesi per una
workexperience, realizzando il progetto di ricerca “The evolution of
blog and its impact on the journalism profession: an exploratory
approach”. Giornalista pubblicista dal 2008, ha collaborato come
redattrice con la casa editrice Condé Nast, per la rivista Wired.it, in
occasione del progetto “Italia degli innovatori”, nell’ambito dell’Expo
di Shanghai. Attualmente si divide tra l’insegnamento e la passione per
il giornalismo e per la letteratura che porta avanti attraverso le
collaborazioni giornalistiche e attività culturali.

Elisa Giacalone su Satisfiction.me:

Il grande regno dell’emergenza. Intervista ad Alessandro Raveggi
Elisa Giacalone /

Il grande regno dell’emergenza. Intervista ad Alessandro Raveggi

Raccontare letterariamente la realtà nella quale viviamo, trasfigurandola. Sembra far questo Alessandro Raveggi nel suo ultimo libro Il grande regno dell’emergenza (LiberAria, pp. 134, euro 10). Una raccolta di racconti, scritti tra il 2009 e il 2015, il cui filo conduttore è il tema della catastrofe. Catastrofi amorose, naturali, familiari. Alcune storie sono ambientate a Firenze, città natale dell’autore, altre

Quando cadono le stelle. Intervista a Gian Paolo Serino
Elisa Giacalone /

Quando cadono le stelle. Intervista a Gian Paolo Serino

Non tutti i romanzi possono essere considerati letteratura e non tutti gli scrittori hanno la capacità di dilatare il vero fino a realizzarne un’opera d’arte. Gian Paolo Serino, col suo attesissimo esordio, Quando cadono le stelle (Baldini&Castoldi, pp. 216, euro 15), ci riesce e scrive un romanzo corale sull’implosione della società dello spettacolo. Attinge a fatti realmente accaduti e rivela l’altro

L’innamoratore. Intervista a Stefano Piedimonte
Elisa Giacalone /

L’innamoratore. Intervista a Stefano Piedimonte

Ci sono killer che non uccidono: fanno innamorare. E si fanno anche pagare per la loro arte amatoria. Moderni gigolò? Affatto, visto che i primi a innamorarsi sono loro e che il sesso non è l’aspetto fondante del mestiere. Quella del conquistatore seriale è la professione di Ivan Sciarrino, protagonista de L’innamoratore (Rizzoli, pp. 269, euro 18), ultimo romanzo dello

Una storia quasi solo d’amore. Intervista a Paolo Di Paolo
Elisa Giacalone /

Una storia quasi solo d’amore. Intervista a Paolo Di Paolo

Se c’è qualcosa di casuale in un romanzo è quel lampo iniziale – una voce, una storia, una scena – che spinge a raccontare tutto il resto. Quel lampo, nell’ultimo romanzo di Paolo Di Paolo, Una storia quasi solo d’amore (Feltrinelli, pp. 171, euro 15), è tutto nell’incipit, come conferma lo stesso autore. È in quell’ «Eravate bellissimi. Soprattutto verso

I segreti degli altri. Intervista a Gianni Mattencini
Elisa Giacalone /

I segreti degli altri. Intervista a Gianni Mattencini

Dalle aule di tribunale alla letteratura noir. È una figura sempre più diffusa quella del magistrato scrittore, da Gianrico Carofiglio, a Giancarlo De Cataldo passando per Massimo Carlotto. Al suo secondo romanzo è giunto finora Gianni Mattencini, magistrato da molti anni, pubblico ministero e poi giudice, oggi presidente della Corte d’Assise del Tribunale di Bari. I segreti degli altri (Giulio

La forma minima della felicità. Intervista a Francesca Marzia Esposito
Elisa Giacalone /

La forma minima della felicità. Intervista a Francesca Marzia Esposito

Se il futuro editoriale di un esordiente dipendesse dal suo stile di scrittura, Francesca Marzia Esposito sarebbe già sulla buona strada perché il suo, di stile, è riconoscibilissimo. Lo dimostra il suo romanzo “La forma minima della felicità” (Baldini&Castoldi, pp. 259, 16 euro), uno degli esordi più interessanti del 2015. Luce vive barricata in casa, non lavora, non studia, vegeta

L’ultima menzogna. Intervista a Giovanni Pannacci
Elisa Giacalone /

L’ultima menzogna. Intervista a Giovanni Pannacci

La letteratura come inganno. È il tema su cui si arrovella, senza averne consapevolezza, il protagonista dell’ultimo romanzo di Giovanni Pannacci, “L’ultima menzogna” (Fernandel, pp. 164, euro 13). Nikel è originario dell’est, ha trent’anni e vive in Italia da quando ne aveva dieci. Trascorre l’adolescenza in un piccolo paese della Puglia, insieme alla madre e al suo compagno Bruno. Anche

Carne viva, romanzo d’esordio di Merritt Tierce
Elisa Giacalone /

Carne viva, romanzo d’esordio di Merritt Tierce

La sincronizzazione del dolore come perfetto antidoto ad altro dolore. È ciò che ricerca Marie Young, la protagonista del romanzo d’esordio di Merritt Tierce, Carne viva (Big Sur, pagg. 222, euro 16,50). Marie rimane incinta a diciassette anni e, da promettente studentessa di Yale, si trasforma in una spaesata ragazza madre. Va a lavorare come cameriera in un bistrot a

Come uccidere le aragoste, romanzo d’esordio di Piero Balzoni
Elisa Giacalone /

Come uccidere le aragoste, romanzo d’esordio di Piero Balzoni

“I buoni romanzi li scrive gente che non ha paura” sosteneva George Orwell e Piero Balzoni non ha di certo avuto paura di osare con il suo romanzo d’esordio, Come uccidere le aragoste (Giulio Perrone editore, pp. 230, euro 13). Un immaginifico viaggio metropolitano, all’insegna della logica e del surreale, in cui il dolore e la sete di giustizia diventano

Finché dura la colpa, romanzo d’esordio di Crocifisso Dentello
Elisa Giacalone /

Finché dura la colpa, romanzo d’esordio di Crocifisso Dentello

Un inno alla letteratura e alla cultura del dissenso. Sembra una vera e propria dichiarazione d’amore quella di Domenico, protagonista del romanzo d’esordio di Crocifisso Dentello, Finché dura la colpa (Gaffi, pp. 256, euro 16,90), in uscita il prossimo 26 novembre. Domenico Laurana ha vent’anni, non studia e non lavora. Non gli interessano le ragazze, né i motori, le discoteche

Camminando con Davide Sapienza
Elisa Giacalone /

Camminando con Davide Sapienza

Davide Sapienza, scrittore, giornalista, traduttore ed esperto di Jack London, esploratore a tutto tondo dei territori che attraversa così come delle parole che sceglie per raccontare e raccontarsi. È il binomio natura-scrittura quello in cui ha scelto di muoversi negli ultimi anni. Un percorso trentennale, il suo, cominciato nell’ambito dell’editoria musicale (tra i numerosi libri da lui curati, i più

L’esatto contrario. Intervista a Giulio Perrone
Elisa Giacalone /

L’esatto contrario. Intervista a Giulio Perrone

Da editore a esordiente. Dopo aver letto migliaia di manoscritti, valutato la loro pubblicazione, portato alla ribalta numerosi esordienti, alcuni dei quali diventati scrittori affermati, Giulio Perrone passa dall’altra parte della barricata e il titolo del suo primo romanzo sembra strizzare l’occhio a questo suo cambio di prospettiva, L’esatto contrario (Rizzoli, 18,50 euro, 234 pagine). Un giallo elegante, dall’impianto classico

081. Un noir che racconta la vita di un clochard. Intervista a Luca Delgado
Elisa Giacalone /

081. Un noir che racconta la vita di un clochard. Intervista a Luca Delgado

Lo stridio di una fune e, attaccato alla corda, un cadavere penzolante.  Sembrerebbe un giallo il nuovo romanzo di Luca Delgado, 081, edito da Homo Scrivens. Pagina dopo pagina si intuisce, invece, come scoprire l’identità di quel cadavere sia un pretesto per raccontare la realtà dei senzatetto, attraverso la storia del protagonista, Felice, un clochard che vive nel centro storico

Metropoli. Intervista a Massimiliano Santarossa
Elisa Giacalone /

Metropoli. Intervista a Massimiliano Santarossa

Trasuda carne e vita. Non lascia scampo l’ultimo romanzo di Massimiliano Santarossa, Metropoli (Baldini & Castoldi, pp. 210, 17 euro). Le sue pagine visionarie sono un’istantanea della realtà, trasfigurata in un’apocalisse dalle dimensioni poderose. È il 2035. Non esistono gli stati, né le industrie, né gli eserciti. Tantomeno le geografie. Esiste Metropoli. Il presente. Nient’altro. Non c’è spazio per ricordi,

La street art inaugura le Passeggiate d’Autore con Sofia Corben
Elisa Giacalone /

La street art inaugura le Passeggiate d’Autore con Sofia Corben

Sofia Corben è blogger di giorno e tassista di notte. Dopo una laurea in Filosofia, ha deciso di conciliare il suo lavoro con la passione per il noir. Così è nato Psicotaxi, un blog dove racconta i suoi clienti e la sua città, Milano. I suoi racconti sono stati pubblicati su Repubblica e la rivista MilanoNera. Hai inaugurato le Passeggiate

La strage dei congiuntivi. Intervista incrociata a Massimo Roscia e Davide Zilli
Elisa Giacalone /

La strage dei congiuntivi. Intervista incrociata a Massimo Roscia e Davide Zilli

Quando un noir è condito di umorismo e a servirlo, con eleganza, ingegno e tanta perizia, è un critico gastronomico, innamorato della lingua italiana e pronto a difenderla, architettando un disegno criminoso all’insegna della «mattanza linguistica», l’esito sarà un romanzo surreale e prelibato, tutto da gustare, come La strage dei congiuntivi (Exòrma Edizioni, collana Narrativa, pp. 324, euro 15,50), di

Gli amori infelici non finiscono mai
Elisa Giacalone /

Gli amori infelici non finiscono mai

Ci sono luoghi che racchiudono tante esistenze. Spazi pubblici in cui il coraggio di ciascuno si confronta ogni giorno con la fragilità di molti. Ci sono luoghi in cui ci si smarrisce con la speranza di ritrovarsi e magari di riconoscersi. Smarrimento e intimità sono le note che attraversano l’ultimo romanzo di Isabella Borghese, Gli amori infelici non finiscono mai

«PrimaveriadellaPoesia», il premio per giovani poeti dedicato ad Alda Merini e ad Antonia Pozzi
Elisa Giacalone /

«PrimaveriadellaPoesia», il premio per giovani poeti dedicato ad Alda Merini e ad Antonia Pozzi

Sono quattro, tutte lombarde, le autrici protagoniste della terza edizione del premio letterario PrimaveradellaPoesia: Alda Merini, Antonia Pozzi, Piera Badoni e Camilla Cederna. Ideato e organizzato da Francesca Parvizyar, il premio ha il patrocinio del Comune di Milano, del Centro Nazionale di Studi Manzoniani e di «Italian Poetry Review» (Columbia University, New York). Un concorso tradizionale nella forma, audace negli

Aria di neve, giallo in salsa rosa
Elisa Giacalone /

Aria di neve, giallo in salsa rosa

Un giallo in salsa rosa. Un caso da risolvere e una coppia in bilico (anzi due). Lo sfondo è quello del centro storico di Napoli. Colori, lingue, misteri, sentimenti e umorismo sono gli ingredienti del nuovo romanzo di Serena Venditto, Aria di neve, edito da Homo Scrivens e inserito nella collana Dieci. Serena Venditto, già autrice de Le intolleranze elementari

Lo straniamento pop di C’è posto tra gli indiani giunge al Premio Strega
Elisa Giacalone /

Lo straniamento pop di C’è posto tra gli indiani giunge al Premio Strega

Estraneo tra gli estranei. È estraneo persino a se stesso Marcello Mastronardi, l’eroinomane protagonista di C’è posto tra gli indiani, terzo romanzo di Alessio Dimartino, edito da Giulio Perrone e candidato al Premio Strega. Selezionato tra i ventisette titoli, non rientra nella dozzina, ma non sembra scomporsi Alessio Dimartino, classe ‘82, già autore di Tutti vivemmo a stento (2010) e