990x27_promo

Federica Sgaggio Fede_fotina

Sono una donna che scrive, e in effetti questo profilo è lughetto. In compenso, sono estremamente accomodante.
Ho lavorato come giornalista professionista in quotidiani regionali per più di vent’anni e sono stata la prima donna che, negli oltre 140 anni di storia dell’ultimo giornale in cui ho lavorato, sia mai stata promossa.
Dovrei esserne fiera, ma non lo so.
Il mio primo romanzo si intitola “Due colonne taglio basso” e racconta dell’omicidio di un vicecaporedattore. Potevo fare una strage e invece ne ho ucciso uno solo.
Dovrei esserne fiera, ma mi pento di essermi limitata.
Poi ho scritto delle altre cose di finzione, e un saggio sul giornalismo uscito con la minimum fax, ‘Il paese dei buoni e dei cattivi’, che è stato acquisito dalla Biblioteca del Congresso a Washington, e dalle università di Stanford, Harvard e Columbia.
Dovrei esserne fiera, e lo sono moltissimo, anche perché ho scritto proprio un bel libro.
Per ora vivo in Irlanda, e sto facendo un master all’università di Limerick per provare a capire come funziona il giornalismo da un’altra parte del mondo. La mia tesi è sul mobbing nelle redazioni: come camminare sul filo a mille metri d’altezza con gli occhi bagnati dalle lacrime.
Organizzo dal 2011, insieme all’Irish Writers’ Centre di Dublino, l’Italo-Irish Literature Exchange. Mi hanno presa come artist-in-residence al Tyrone Guthrie Centre di Annaghmakerrig, Irlanda, parte della rete internazionale di residenze per artisti ResArtis e ci andrò presto.
Sono felice di avere un figlio. Sono felice di stare con un uomo.
Infine: ho buoni muscoli perché faccio ginnastica.
Per altre curiosità, citofonare www.federicasgaggio.it e ie.linkedin.com/in/federicasgaggio/

Federica Sgaggio su Satisfiction.me:

Legge 40, una preghiera al signor dio
Federica Sgaggio /

Legge 40, una preghiera al signor dio

Ci ho messo del mio, e qualcosa è stato alterato: ma racconto questa storia dopo averne avuto il permesso. Grazie a T.G. Non sai perché non succede. Sai solo che non succede. Ci provi, ci riprovi, e niente. Non puoi parlare, stai zitta. Hai paura: se parli è tutto vero. Anche l’uomo che sta con te ha paura di parlare.

Il resto è merda
Federica Sgaggio /

Il resto è merda

Ieri pomeriggio sono andata a una seduta del consiglio comunale di Limerick. Non è che ho modi strani di divertirmi. Cioè: anche. Ma è che sto facendo qua un Master in giornalismo, e il corso prevede anche di queste trasferte.  Quello di cui voglio parlare è il colpo d’occhio. No: il legame fra il colpo d’occhio e le cravatte. No: