990x27_promo
Recensioni Autore: EVA GABRIELSSON / Marsilio / pp. 184 / € 16

STIEG E IO – LA STORIA D’AMORE DA CUI È NATA LA MILLENNIUM TRILOGY

Recensione di Maria Laura Giovagnini
STIEG E IO – LA STORIA D’AMORE DA CUI È NATA LA MILLENNIUM TRILOGY

Due misteri aleggiano su Millennium. Esiste un quarto volume? E, soprattutto: come è possibile che la trilogia abbia venduto 63 milioni di copie? Per un Mario Vargas Llosa che la definisce “fantastica”, sono  tanti quelli che parlano di scrittura sciatta, di trame scontate… Ora però è arrivato Stieg e io – La storia d’amore da cui è nata la Millennium Trilogy di Eva Gabrielsson. Compagna di Larsson per 32 anni, racconta la trama del quarto libro, svela il titolo previsto (La vendetta divina), e assicura che… non vedrà mai la luce. Poi – ecco quel che rende la (auto)biografia interessante – ricostruisce la vita del giornalista-scrittore dall’infanzia al giorno della morte, nel 2004, dandoci la chiave per rintracciare ogni tema dei gialli. E arrivando a una conclusione che forse è l’unica in grado di spiegare il “fenomeno Larsson”: sono state le lotte e l’impegno sociale di Stieg a fornire “cuore, cervello e muscoli” alla sua opera. Attenzione: non è solo un libro per esegeti della Trilogia. Racconta una grande storia d’amore e una rinascita, quella di Eva, dopo la scomparsa del partner e la battaglia con il padre e il fratello di lui per la tutela legale degli scritti. Il libro ha qualche ingenuità e un tono un po’ monocorde (Gabrielsson è un architetto, non è Joan Didion), eppure – in qualche modo – a Millennium somiglia: non un raffinato esercizio letterario, ma una materia che palpita.